Una squadra di merli

di , 31 Gennaio 2006 23:21


La campagna trabocca di neve in questi giorni e giù in giardino dall?alba una squadra di merli è impegnata a raziare tutte le bacche rosse dell?agrifoglio.
Tempi duri per gli uccelli rimasti. I più sono in ferie al caldo, scriccioli, pettirossi e merli non sfollano. Non si vedono neanche cinciallegre, emigrate anche loro.
Anche i miei pensieri sembrano spesso in partenza, stipati su barche di fortuna come extra comunitari. Emozioni alla deriva in cerca di spiagge accoglienti dove trovare comprensione e un attimo pace.
In questi giorni pensieri ed emozioni sono sempre più assenti, lasciano un cuore arido e ansioso, non in pena ,ma orfano di affetto e gentilezza sempre meno presenti nel comune vivere.
Ma perché non inventano le patate con la cerniera!
Che fatica starle a sbucciare ogni volta.

Riferimenti: neve non ghiacciare anche il cuore

Un imprevisto da poco…

di , 20 Gennaio 2006 17:32


Ho aperto un aggeggio della macchina!
Così dicendo è entrata in casa.
Non mi è rimasto altro che scendere in strada.
Il cofano era già aperto e un fumo di gomma bruciata usciva dal tappo del radiatore.
Già era andata bene, non si era bruciata e tanto meno riempita di schizzi di acqua oleosa e rugginosa.
Nulla dal radiatore aperto, non usciva più nemmeno il vapore.
Asciutto tutto l?impianto di refrigerazione.
Sapevo che la conoscenza delle donne nei confronti dell?automobili era assai particolare e variabile nel tempo, ma non che si spingesse a tanto.
L?olio è come il vino, più invecchia e più è buono.
L?acqua del radiatore si ricambia quando piove.
L?olio dei freni è controllato dalle salite, si consuma solo in discesa.
Il guaio si è risolto bene almeno per ora.
Rimane il giuro promesso da me nell?occuparmi della manutenzione della sua vettura in futuro.

Stringevo due pugni di sabbia

di , 4 Gennaio 2006 09:36


Quella mattina la presi per mano e
Corremmo a perdita di fiato
In quel campo di girasoli.
Il celo era di un blu asfissiante
Come sereni i nostri pensieri
Corremmo come quelle corolle gialle verso il sole
D?un tratto il celo divenne piombo
Le mie mani non stringevano più le sue
Corsi ancora con le braccia aperte
Stringere forte quelle emozioni di Lei
Ero sulla spiaggia di fronte al mare
Le mani chiudevano due pugni di sabbia
Che scivolava giù dai polsi
I bracci e percorreva il petto e via
Come i pensieri di Lei
Aperto gli occhi
Era accanto a me

Panorama Theme by Themocracy