La luna nera

di , 20 Giugno 2010 20:31

donna con sole infuocatoSolstizio d’estate
Giorni astrali particolare per gli etruschi.
Non un giorno propiziatorio, ma un giorno nel quale le promesse venivano presentate agli dei.
Un filing tra la notte e la luce.
L’uomo chiedeva sapendo di essere ascoltato.
Si cingevano di corone di quercia
Lei indossava tunica bianca, lui una tunica orlate in rosso.
Salire su un’altura e procedere ad un rituale che si perdeva nella notte dei tempi.
Lei poneva la mano sinistra su di lui spalla destra e viceversa.
Si stringevano la mano.
Portavano anelli della promessa al dito, fili di giunco intrecciati.
Si scambiavano promesse.anello2AA
Non importavano testimoni solo la luna nera era presente.
La notte legava i due cerimonieri per sempre.
Così si intuisce in una lastra di alabastro ritrovata a Sovana.
Che atmosfera da brivido?
Amori contesi non possibili che cercavano una consacrazione in una luce assente.
Il freddo dei nostri giorni forse rende ancora più struggente quei momenti?
Quanto tempo passerà ancora perché le emozioni e le passioni siano protagoniste del nostro vivere? Pensate cosa sono andato a ripescare nella memoria.
Quando qualche anno fa andavo in giro con lo zaino in spalla e in sella alla baik tra Pitigliano Sovana e la bassa maremma grossetana.
Tempi spensierati quando l’avventura era prima di tutto.
Che emozioni entrare in quelle tombe o camminare in quei tratturi percorsi già qualche migliaio di anni fa.

Provare per credere

di , 9 Giugno 2010 22:28

angologiardinotavernaAA

Estate finalmente caldo e sole

Gelato …bevande…e  tintarella.

Chi l’avrebbe mai detto che i raggi UGA erano anche i protagoisti oltre della tinaterlla anche della maturazione degli ortaggi?

 angolodal bassosinistroAA

Al consosrsio sulla confezione di un grosso telo per la copertura degli ortaggi ho letto
Tessuto selettivo raggi solari lascia filtrare solo gli UGA.
8×8 metri e faccio tagliare e vado alla cassa.
16€ compreso la borsa.
Se è come dico ho fatto bingo
Mi costruisco una vela che fa ombra e che fa abbronzare.
Detto fatto dopo mezza mattinata il lavoro era concluso.
Lo spazio antistante il portico della taverna era in ombra e la vela gongfiava brezza che rendeva piacevolissimo lo starci sotto
Un bel lavoro e che l’etichetta mantenga quello che riportava.
violette lupiniAA

 Provare per credere

 Giunco silvestris italucus

giunco italicoAA

Panorama Theme by Themocracy