Trippa e lampredotto

di , 22 Giugno 2012 14:05

Non voglio parlarvi del gustoso piatto in vendita nei chioschi che si incontrano nell’andare dalla piazza della SIgnoria a Santa Croce di Firenze ma di una semplice insalatona gustosa e facile a farsi
Dal beccaio antico nome di macellaio mezzo chilo di trippa e se la trovate 3 etti di lampredotto. Sbollata di 5 minuti e una volta fredda tagliata a striscioline sottili e non troppo lunghe.
Si preparano verdure fresche e sminuzzate: sedano, cipolle, lattuga, pomodori, capperi, cetrioli, basilico, anche peperone se piace crudo.
Olio d’oliva
aceto sale e pepe…
10 minuti di giusto riposo e buon appetito.
Gioa dei colori e dei sapori, al dente gli ingredienti crudi e morbidi quelli cotti.
Un piatto che lascia con se i profumi della primavera, l’energia del sole e il gusto delle cose fresche.
Fantasia perché ognuno può aggiungere propri ingredienti e la cosa più preziosa: amore per le cose buone e creatività per conferire al piatto sostanza e unicità

Per NORD della Sicilia

di , 10 Giugno 2012 16:29

L’aereo ha iniziato a muoversi stranamente subito dopo il decollo
Immagina un mostro di latta stiracchiato da forze laterali che si scuote come voler allontanare  da. se quella morsa.
Cinture allacciate per più di un’ora e gambe  strette…dopo un ultimo caffè a Pisa.
Finalmente la costa sicula con i faraglioni dei Ciclopi dei Giardini Naxos e giù a terra.
Catania e che bello l’aereoporto luminoso arioso funzionale.
Il bacio della Sicilia, cannolo fresco voglioso di lasciarsi mordere.
Si chiude gli occhi come nel dare un bacio prezioso.
Attilio come al solito aveva sbagliato
tutto nelle indicazioni: scala mobile sinistra uscendo e parter primo piano per gli autobus.
Piano terra sulla destra biglietteria e autobus.
  Prenotazione hotel in mano informazioni e pronto per l’autobus
Catania verso Taormina
Hotel quasi mezzodì, ho ancora tante ore tutte per me.
Tocco il letto e crollo in un sonno profondo.
Solo nel tardo pomeriggio il mare dell’Isola Bella acqua marmata e due passi, sole e riflessi di un verde smeraldo.
Un paradiso
Una breve cronaca del tutto, ma non vi
potete immaginare la bontà degli arancini, delle schiacciate
messinesi, delle insalate di cozze, di piatti esotici più facili a
gustare che a ricordare nel loro nome più vicino a nuovi farmaci che
a godurie per il palato 
Serate calde per viuzze a curiosare qua e la e foto e lunghe letture sulla guida.

 

Ricordi preziosi in una giornata uggiosa fredda e con transito di nuvoloni minacciosi.

 

 

 

 

 

Tornerò

Panorama Theme by Themocracy