estate

di , 10 Luglio 2013 16:06

Tutto è iniziato il 3 luglio quando dal ritorno delle terme sono stato
invitato a pranzo da Attilio. Mi sono trovato capotavola di 9 piatti
di cui 3 pargoli di terza e seconda elementare. Occhietti vispi e
poco italiano da biascicare.

La donna di Attilio è dell’EST e così i suoi nipoti.

Già il pomeriggio li avevo alle costole e così su e giù sulla torre di
avvistamento cinghiali e sul PIK per andare dal pastore per il latte
e il resto.

Solo pasta diceva Irina le zuppe e verdure come la peste.

Così è iniziata la mia scalata impossibile e dopo 2 giorni ho
sperimentato la mia fantasia.
Mangiata con appetito la zuppa con la zeppa
Il pane e salame sul bastone a ruba

Il pane con vino e zucchero colorato lo stesso

La gara di pesca nel laghetto, maluccio e la rete del letto preparata
per la grigliata ha funzionato ma con la trote comprate.

Ci sarebbe da ridere ma l’idea di fare delle zeppe di legno per mettere
sotto il piatto perché rimanesse inclinato per gli ultimi cucchiai è
stata grande.

Un pomeriggio a trovare il legno passarlo alla sega e pialla e tutto il
perché
…vedrete che stasera serviranno…

Così il legare il salame su un bastone per farlo a fettine

Stamani tutti a fare tre spaventapasseri e domani

..vedremo…intanto minaccia pioggia chi sa …faremo la corsa dei clinex????

Panorama Theme by Themocracy