Acqua zuccherata

di , 5 Agosto 2013 14:07

Si fanno solo d’estate certe cose, quando il tempo c’è e le furie si lasciano a quando si lavora.

Ragazzi bimbi e come trascorrere una serata ancora calda afosa ma che sta rinfrescando.

Così una fiaba diventa una occasione di passatempo divertente e piena di fantasia.

Va in scena Cappucetto Rosso.

Un kewei rosso diventa il cappuccio per Amelia la protagonista

Attilio con il suo fucile a trombetta e cartucciera acquistato tempo fa a San Marino il cacciatore appostato tra fagioli in canna e zucche.

Il Pac la nonna steso nella casetta delle bambole con copricapo un paio di mutande a fiori a coprire una vistosa parrucca, camicia da notte con un salvagente ben gonfiato sulla pancia

Nel panierino un bel tovagliolo a quadretti bianco celeste  Irina  ha posto: una mela, filoncino, stracchino bottiglietta di vino e una fetta di bilingozzo.

I ragazzi a fare da corteo e così come sapete la faccenda va avanti, ma sul più bello Rachele la più piccola sentendosi esclusa attacca a frignare e non molla.

Colpo di genio di nonna Assuntina

-         Racheleee …vieni qua

-         Tu porta un bicchiere di acqua zuccherata, tante volte alla nonna facesse male il pancino…

Sapete tutti che l’acqua zuccherata per i bambini è il rimedio a tutti i dolori figurarsi per il mal di pancia…

Così il corteo si è mosso con in fondo Rachele che adagio, adagio seguiva la truppa attenta a non buttare a terra un goccio d’’acqua zuccherata.

La trama la conoscete ma non è stato facile mettere insieme tutta la faccenda e i dialoghi in particolare. Buon Ferragosto

Panorama Theme by Themocracy