il pentagono perfetto

di , 20 Giugno 2015 18:58

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il pentagono
Pensare che è stato lo scoglio quasi insormontabile agli albori dei miei studi

Ricordo quel compasso, quella doppia squadra che non collimavano mai
il pentagono saltava fuori ma con due lati diversi, da rifare
L’altra sera passeggiando con Amelia mille domande:
- come si chiama questo fiore?
-quel  sasso ha un nome?
- ma quella chiocciola perché ha i righi sulla casetta di diverso colore?
- il maggio ciondolo come mai fa i fiori gialli e non bianchi come l’acacia?
Un brivido quando i miei occhi sono caduti su un bottone giallo così comune che per anni non ha mai attratto la mia curiosità.
Avvicinato agli occhi … cinque, 5, petali messi in modo perfettissimo come sa fare solo la natura
Cinque pistilli …cinque
Il chiodo fisso di quel tempo passato, quella spina  che ogni qual vota era protagonista di un frego rosso del prof.
Era lì in bella vista come suggerirmi che ero io quello con l’eccezione
Solo l’anno dopo superai la difficoltà e non vi dico quante volte ho rimisurato quei cinque lati.

zia Esterina

di , 12 Giugno 2015 18:20

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono rientrato da poco dalla città. Sempre più traffico e odoraccio di macchine e fogne.

Diverse faccende e poi la visita a zia Esterina.
L’ultima vecchia della mia famiglia.
Tra lei e la nonna Giannina 210 ani se continua a vivere. Giannina 104 la Esterina 105 e va per un anno in più.
Ancora lunghi sprazzi di lucidità e mi riconosce sempre, sa che sono rimasto dove è nata e vissuta.
Basta che gli ricordi quei luoghi e alcuni particolari che gli si accende la luce negli occhi.
Stasera l’aveva con la sorella che gli aveva portato via tutte le foto della loro infanzia, anche se non è vero; la figlia non acconsentiva scuotendo la testa.
- sai da noi non c’era il fotografo e quando dopo 3 maschi siamo nate noi tre sorelle..
mi sono ghiacciato, non la sapevo questa
-come tre?  Zia.
- si Brigida se ne è andata a 9 anni e non avevamo nemmeno una foto,
pensa?
quando morì e si portò al paese vicino per la sepoltura, all’Aiale non avevamo il cimitero, a quei tempi, ma ancora per 4 case non c’è.
- quando arrivammo giù la Brigida fu tolta dalla cassa e messa su una sedia e fotografata.
Ecco perché questa l’ho voluta raccontare e da stasera caccia a quella foto. Il mio cellulare brucerà fino a tardi.

Panorama Theme by Themocracy